Regime agevolato nell’imposta di registro ed esenzione IVA nei trasferimenti immobiliari ai soci delle cooperative
Pubblicato il 19/07/17 08:24 [Doc.3454]
di Redazione IL CASO.it


Il regime agevolato dell'imposta di registro e' compatibile con l'esenzione dall'iva dei trasferimenti immobiliari ai soci delle cooperative edilizie

di LUIGI GIORDANO

Cass. Sez. 5 - Ordinanza n. 16557 del 05/07/2017

Imposta di registro - Applicazione dell'imposta - Atti relativi ad operazioni soggette ad i.v.a. - Principio di alternatività - Atti sot-toposti all'IVA, ancorché in linea solo teorica, perché di fatto esentati - Soggezione all'imposta proporzionale di registro - Esclusione - Atti di assegnazione di immobili a soci di cooperative.

In tema d'imposta di registro, il principio dell'alternatività con l'IVA postula che gli atti sottoposti, anche solo teoricamente, perché di fat-to esentati, a quest'imposta non scontino quella proporzionale di re-gistro. In particolare, agli atti di assegnazione di immobili in favore di soci di cooperative si applica, ai sensi dell'art. 66, comma 6-bis, d.l. n. 331 del 1993 (conv. con l. n. 427 del 1993), l'imposta di regi-stro in misura fissa, ancorché a seguito della modifica dell'art. 10, comma 8-bis, del d.P.R. n. 633 del 1972 sia stata introdotta la gene-ralizzata esenzione dall'IVA per tutti i trasferimenti di immobili effet-tuati da imprese costruttrici.


SOMMARIO: 1. Esenzioni IVA e regime agevolato dell'imposta di registro per gli atti di assegnazione degli immobili ai soci di una cooperativa edilizia. 2. Il quadro normativo di riferimento. L'interpretatio abrogans dell'Agenzia delle entrate. 3. L'orientamento della giurisprudenza di legittimità.


© Riproduzione Riservata