Ordinanza di correzione dell’errore materiale: tempi e modi dell’impugnazione
Pubblicato il 10/08/17 04:07 [Doc.3589]
di Redazione IL CASO.it




Massima a cura del Dott. Giuseppe Buffone

Cass. Civ., Sez. III., sentenza 28 luglio 2017 n. 18743 (Pres. Di Amato, rel. Travaglino)
ORDINANZA DI CORREZIONE DELL’ERRORE MATERIALE – IMPUGNAZIONE – TERMINE DI TRENTA GIORNI – DALLA COMUNICAZIONE DI CANCELLERIA – SUSSISTE

L’ordinanza di correzione di errore materiale, essere notificata alle parti a cura del cancelliere e annotata sull’originale del provvedimento, ai sensi del combinato disposto degli artt. 288 c.p.c. e 121 dis. att. c.p.c., e la sentenza può essere impugnata, relativamente alle parti corrette, nel termine ordinario, decorrente dal giorno in cui è stata notificata l’ordinanza di correzione (art. 288 u.c. c.p.c.). Per l’impugnazione dell’ordinanza di correzione il termine decorre dalla comunicazione del provvedimento a cura della cancelleria.


© Riproduzione Riservata