Dichiarazione successione online: da oggi si usa il nuovo modello
Pubblicato il 13/09/17 08:28 [Doc.3658]
di Redazione IL CASO.it




Sul sito internet dell'Agenzia delle entrate è disponibile anche l'aggiornamento (versione 1.2.0) dei prodotti di compilazione e controllo del software per l'invio telematico

Con il provvedimento 27 dicembre 2016, l'Agenzia delle entrate ha approvato il nuovo modello di dichiarazione di successione online (Modello di dichiarazione di successione e domanda di volture catastali), grazie al quale è possibile compilare e trasmettere telematicamente la dichiarazione attraverso un percorso guidato, assolvere gli obblighi tributari, calcolare le imposte ipotecarie, catastali e i tributi speciali da versare in autoliquidazione mediante addebito diretto sul proprio conto corrente (o su quello dell'intermediario), nonché richiedere le volture catastali degli immobili (che sono eseguite automaticamente sulla base di quanto dichiarato), senza dover compiere ulteriori adempimenti (vedi "Successione, tutto con un click: dichiarazione e volture catastali" e "Nuova dichiarazione di successione e domanda di volture catastali").
Per consentire la gestione di particolari fattispecie, alcune delle quali entrate in vigore dopo il 27 dicembre 2016, con il provvedimento 15 giugno 2017 è stata approvata la nuova versione del modello, in sostituzione di quella adottata in precedenza (vedi "Dichiarazione successione online: arriva il nuovo modello aggiornato").

Il nuovo modello aggiornato di dichiarazione di successione online può essere utilizzato a partire da oggi, 12 settembre 2017.

Sempre da oggi, sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it è disponibile la versione 1.2.0 dei prodotti di compilazione e controllo del software relativo alle successioni telematiche.

Si ricorda che, fino al 31 dicembre 2017, in alternativa all'utilizzo del modello SuccessioniOnLine, è ancora possibile scegliere di presentare la dichiarazione di successione presso il competente ufficio dell'Agenzia delle entrate, utilizzando la vecchia modulistica cartacea (modello 4, approvato con il decreto ministeriale 10 gennaio 1992).

Inoltre, per le successioni apertesi prima del 3 ottobre 2006, nonché per le dichiarazioni integrative, sostitutive o modificative di una dichiarazione presentata con le vecchie modalità, deve essere in ogni caso utilizzato il modello 4, da presentare in forma cartacea.

r.fo.
pubblicato Martedì 12 Settembre 2017


© Riproduzione Riservata