Clausola di prelazione e change of control
Pubblicato il 16/09/17 18:22 [Doc.3684]
di Redazione IL CASO.it



Società - Clausola di prelazione - Presupposti - Applicazione al mutamento di controllo - Esclusione

Non appare predicabile l'equiparazione della fattispecie del trasferimento della partecipazione sociale al fenomeno, del tutto differente, del mutamento del controllo di un socio, con la conseguenza che a quest'ultima ipotesi non è applicabile la clausola di prelazione.

E, infatti, sotto il profilo oggettivo, nelle ipotesi di change of control del socio viene a mancare lo stesso presupposto per l'operatività della clausola di prelazione, costituito dal trasferimento della partecipazione sociale e che trova pur sempre il proprio fondamento in un atto che comporti il mutamento della titolarità formale di quelle azioni e non già di azioni di altre società; nel caso di mutamento del controllo di un socio, al contrario, manca proprio il trasferimento delle azioni, rimanendo immutato il soggetto cui è attribuito il diritto di proprietà sulle medesime.

Massima a cura di Franco Benassi


© Riproduzione Riservata