Riapertura del fallimento per inadempimento del concordato fallimentare e sorte dei nuovi debiti assunti dal fallito
Pubblicato il 23/09/17 09:29 [Doc.3720]
di Redazione IL CASO.it


Segnalazione Dott.ssa Paola Castagnoli

Fallimento - Riapertura - Inadempimento del concordato fallimentare - Ammissione al passivo del debito assunto dal fallito in costanza della fase iniziale del suo fallimento - Esclusione

La riapertura del fallimento derivata da inadempimento del concordato fallimentare non implica un nuovo fallimento, ma la riviviscenza di quello originario, con la conseguenza che il debito assunto dal fallito in costanza della fase iniziale del suo fallimento rimane inefficace rispetto ai creditori anche nella fase successiva.

Massima a cura dell'Avv. Franco Benassi


© Riproduzione Riservata