Sulla motivazione apparente
Pubblicato il 11/12/17 00:00 [Doc.4018]
di Redazione IL CASO.it



Segnalazione e massima a cura dell'Avv. Antonio Fattore

Ragioni della decisione - Motivazione apparente - Argomentazioni di puro genere o di asserzioni apodittiche o di proposizioni prive di efficacia dimostrativa

Ricorre la motivazione apparente quando le ragioni della decisione siano del tutto avulse dalle risultanze processuali o vengano utilizzate argomentazioni di puro genere o di asserzioni apodittiche o di proposizioni prive di efficacia dimostrativa, cioè, in tutti i casi in cui il ragionamento espresso dal giudice a sostegno della decisione adottata sia soltanto fittizio e perciò sostanzialmente inesistente" (Nella fattispecie, il giudice di merito aveva esaurito la motivazione in tre righe)


© Riproduzione Riservata