Sull'ambito di applicazione del Regolamento europeo in materia successoria: quota del coniuge superstite
Pubblicato il 05/03/18 00:00 [Doc.4336]
di Dott. Giuseppe Buffone, Magistrato



Corte Giust. UE, sez. II, 1 marzo 2018 (Pres. M. Ileši?, rel. C. Toader) - causa C-558/16, Doris Magret Lisette Mahnkppf
RINVIO PREGIUDIZIALE - SPAZIO DI LIBERTÀ, SICUREZZA E GIUSTIZIA - REGOLAMENTO (UE) N. 650/2012 - SUCCESSIONI E CERTIFICATO SUCCESSORIO EUROPEO - AMBITO DI APPLICAZIONE - POSSIBILITÀ DI FAR FIGURARE NEL CERTIFICATO SUCCESSORIO EUROPEO LA QUOTA DEL CONIUGE SUPERSTITE
L'articolo 1, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 650/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 luglio 2012, relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all'esecuzione delle decisioni e all'accettazione e all'esecuzione degli atti pubblici in materia di successioni e alla creazione di un certificato successorio europeo, deve essere interpretato nel senso che rientra nell'ambito di applicazione di tale regolamento una disposizione nazionale, come quella in discussione nel procedimento principale, la quale preveda, in caso di decesso di uno dei coniugi, un conguaglio forfettario degli incrementi patrimoniali realizzati in costanza di matrimonio mediante maggiorazione della quota ereditaria del coniuge superstite.


© Riproduzione Riservata