Fallimento del socio di una supersocietà di fatto, automatica esclusione dalla compagine sociale e decorrenza del termine annuale di cui all'art. 10 l.f.
Pubblicato il 28/05/18 00:00 [Doc.4738]
di Redazione IL CASO.it



Segnalazione e massima a cura degli Avv.ti Andrea Didone e Gennaro Picarelli - Picarelli&Partners

Fallimento - In estensione ex art. 147, comma 5, l. fall. - Supersocietà di fatto - Fallimento del socio - Esclusione di diritto del socio ex art. 2288 c.c. -Decorrenza del termine annuale per l'estensione del fallimento alla supersocietà di fatto

Posta l'applicabilità alle società di fatto delle disposizioni dettate in tema di società semplice, la dichiarazione di fallimento del socio di una supersocietà di fatto, ai sensi dell'art. 2288 c.c., ne determina l'automatica esclusione dalla compagine sociale, sicché dalla data di pubblicazione della sentenza di fallimento, la quale rende conoscibile ai terzi la cessazione del rapporto, inizia a decorrere il termine annuale di cui all'art. 10 l. fall. per l'estensione del fallimento ai sensi dell'art. 147, comma 5, l. fall.


© Riproduzione Riservata