La revoca dell'amministratore non dà luogo ad alcuna prorogatio
Pubblicato il 11/02/19 00:00 [Doc.5901]
di Redazione IL CASO.it



La revoca dell'amministratore - ancorché effetto legale dell'adozione della deliberazione autorizzativa dell'azione di responsabilità - non dà luogo ad alcuna prorogatio, ma integra un'ipotesi di cessazione dell'organo gestorio a fronte della quale, il legislatore, al fine di evitare un vuoto nella gestione della società, ha previsto che il potere di amministrare (limitato alla sola ordinaria amministrazione) passi al collegio sindacale il quale dovrà, in primo luogo, provvedere alla convocazione dell'assemblea per la nomina dei nuovi amministratori.


© Riproduzione Riservata