Anatocismo: Applicazione interessi ultra legali, CMS, spese in assenza di pattuizione scritta, prescrizione
Pubblicato il 14/06/19 00:00 [Doc.6327]
di Redazione IL CASO.it



Segnalazione e massime a cura dell'Avv. Giampaolo Mignolli

In relazione alla contestazione del correntista sui tassi debitori applicati, la banca è tenuta a produrre in giudizio la scheda contrattuale nella misura in cui la stessa pretenda un interesse superiore a quello legale ex art. 1284 c.c.

La CMS rappresenta il corrispettivo destinato a remunerare la specifica prestazione della banca, consistente nell'immediata ed integrale messa a disposizione dei fondi. In genere tale commissione viene calcolata non sull'importo del fido accordato, ma sul massimo saldo passivo del cliente, con riferimento a ciascun periodo di liquidazione degli interessi. Al pari di ogni altra pattuizione contrattuale, deve essere determinata o almeno determinabile al momento in cui il contratto è stato concluso.

La prescrizione decennale decorre dalla data di annotazione in conto di ogni singola posta per le rimesse solutorie, dalla data di estinzione del saldo di chiusura del conto per le rimesse aventi invece natura ripristinatoria secondo i principi espressi da Sezioni Unite n. 24418/10. Una volta che la parte convenuta abbia formulato la propria eccezione di prescrizione, compete al giudice verificare tramite ctu quali rimesse, per essere ripristinatorie, o attuate su conto in attivo, siano irrilevanti ai fini della prescrizione, non potendosi considerare quali pagamenti.


© Riproduzione Riservata