Esecuzione forzata immobiliare: natura del termine per la presentazione dell'istanza di assegnazione
Pubblicato il 10/09/19 00:00 [Doc.6570]
di Redazione IL CASO.it



Segnalazione e massima a cura dell'Avv. Giuseppe Caramia

Il termine per la presentazione dell'istanza di assegnazione non ha natura perentoria, ai sensi del combinato disposto degli artt. 588 e 152 II co., c.p.c. Si aggiunga che alcun pregiudizio subisce l'offerente dalla presentazione della istanza di assegnazione in quanto ogni potenziale offerente dovrebbe essere ben conscio della eventualità che venga proposta tale istanza. Pertanto, ove l'offerente intenda porsi al riparo da un'eventuale assegnazione, deve formulare un'offerta di acquisto per un importo pari almeno al prezzo base, altrimenti rischia di vedersi postergato, ove sia l'unico offerente, al creditore. Tale impostazione consegue il risultato economicamente piu? vantaggioso per la procedura in quanto permette di cristallizzare il valore del bene al valore base se non piu? alto.


© Riproduzione Riservata