Giustizia; Scialla (OCF): "Nessuno tocchi le liberta' degli avvocati impegnati nella difesa dei cittadini"
Pubblicato il 06/07/24 00:00 [Doc.13531]
di Organismo Congressuale Forense (OCF)


Milano 4 luglio 2024 - Al centro di un evento a Milano i temi legati alle garanzie e alla tutela del ruolo dell'avvocato. E' una proposta di intervento normativo in relazione al compenso dell'avvocato, quella che l'OCF ha raccolto e condiviso nel confronto con l'Ordine degli Avvocati e la Camera Penale di Milano.

Nette sono state le parole del Coordinatore dell’Organismo Congressuale Forense, Mario Scialla: “Le garanzie di libertà del difensore sono fondamentali per il funzionamento di un sistema giudiziario equo e giusto. Senza, non solo si mette a rischio il diritto alla difesa dei cittadini, ma si compromette l'intera integrità del sistema legale. È essenziale che queste garanzie rimangano intoccabili per assicurare che gli avvocati possano svolgere il loro ruolo senza timore di ripercussioni, e che i cittadini possano rapportarsi ai loro legali con assoluta tranquillità”.

“E’ impensabile e inammissibile che i colloqui tra avvocato e cliente vengano utilizzati dagli inquirenti contro il legale, perché altrimenti egli non può più espletare il mandato professionale. La toga, a quel punto, non assurgendo più ad immunità della funzione difensiva, può essere anche buttata via” – conclude Scialla.

 

------------------------------------
L’Organismo Congressuale Forense
 (OCF) è l’organismo di vertice di rappresentanza politica dell’Avvocatura italiana. Fondato nel 2016, l’OCF esercita la rappresentanza politica del Congresso Nazionale Forense, di cui ha il compito di attuare i deliberati, ed elabora progetti e proposte a tutela degli interessi dell’Avvocatura e della società italiana.


 

 


© Riproduzione Riservata