Conversione in motivo di impugnazione del mancato rilievo d'ufficio dell'eccezione di prescrizione
Pubblicato il 26/10/20 00:00 [Doc.8224]
di Redazione IL CASO.it



Nel rito del lavoro, l'eccezione di prescrizione, in quanto eccezione in senso stretto, ├Ę soggetta alla preclusione di cui all'art. 416 c.p.c. sicch├ę la tardivit├á della relativa deduzione pu├▓ essere rilevata dal giudice anche d'ufficio. Tuttavia, ove manchi tale rilievo officioso, la parte interessata ├Ę tenuta - in forza di quanto si evince dall'art. 161 c.p.c., per cui tutti i motivi di nullit├á della sentenza si convertono in motivi di impugnazione, tranne l'omessa sottoscrizione della sentenza da parte del giudice - a denunciare il vizio in sede di gravame, pena il formarsi del giudicato interno sul punto e la preclusione sia della sua rilevabilit├á d'ufficio da parte del giudice d'appello, sia della sua deducibilit├á nei successivi gradi di giudizio.


© Riproduzione Riservata