Determinazione della base imponibile di un'operazione tra soggetti passivi IVA che sia stata occultata
Pubblicato il 07/07/21 00:00 [Doc.9394]
di Redazione IL CASO.it



Corte di giustizia dell'Unione europea
COMUNICATO STAMPA n. 117/21
Lussemburgo, 1° luglio 2021
Sentenza nella causa C-521/19

Nel determinare la base imponibile di un'operazione tra soggetti passivi IVA che sia stata occultata, si deve ritenere che gli importi versati e percepiti, come ricostruiti dall'amministrazione tributaria, includano già tale imposta

Qualsiasi altra interpretazione contrasterebbe con il principio di neutralità dell'IVA

Il gruppo Lito è un gruppo di imprese incaricato della gestione delle infrastrutture e delle orchestre per feste patronali e sagre in Galizia (Spagna). Nell'ambito di un'attività soggetta all'imposta sul valore aggiunto (IVA), un agente artistico negoziava a nome del gruppo Lito, con i comitati per le feste comunali, l'esibizione delle orchestre. I comitati per le feste pagavano in contanti, senza fattura. Tali pagamenti non erano dichiarati all'amministrazione tributaria né a titolo dell'imposta sulle società né a titolo dell'IVA. L'agente riceveva il 10% delle entrate del gruppo Lito. I pagamenti a suo favore avvenivano anch'essi in contanti, senza fattura e nemmeno questi erano dichiarati. L'agente non emetteva alcuna fattura e non presentava alcuna dichiarazione IVA.
Vedi l'allegato




© Riproduzione Riservata