Autonoma e spontanea assunzione di garanzia dell'agente per cliente ritenuto non solvibile
Pubblicato il 10/11/16 09:03 [Doc.1970]
di Redazione IL CASO.it



Cassazione civile, sez. lav., 31 ottobre 2016.

Contratto di agenzia - Autonoma e spontanea assunzione di garanzia dell'agente - Autonomia negoziale delle parti - Ammissibilità

L'autonoma e spontanea assunzione di garanzia dell'agente, in funzione della stipulazione di un contratto dallo stesso procurato con un cliente ritenuto non solvibile dal preponente, per tale ragione rifiutatosi di accedere alla conclusione e determinatosi ad essa per la sola garanzia così prestata, senza alcuna propria imposizione di un vincolo coercitivo, si iscrive nell'ambito dell'autonomia negoziale delle parti, ai sensi dell'art. 1322 c.c. Essa infatti accede, in funzione di prestazione accessoria quale autonoma garanzia, al contratto di agenzia, senza interferire nell'equilibrio sinallagmatico delle sue prestazioni tipiche, né tanto meno alterarlo: ed è pertanto legittima.


© Riproduzione Riservata