Rimborso IVA dovuto anche se i beni importati non sono stati utilizzati
Pubblicato il 11/12/17 09:00 [Doc.4020]
di Graziotto Legal - Studio Legale Graziotto



Massima Giurisprudenziale - A cura di Fulvio Graziotto - Avvocato in Sanremo (Imperia)

Il diritto al rimborso dell'IVA sui beni importati spetta anche se non sono suscettibili di essere utilizzati, purché non vi sia frode o abuso del diritto.

Decisione: Sentenza nella causa C-441/2016 - Corte di Giustizia UE

Classificazione: Amministrativo, Civile, Commerciale, Penale, Societario, Tributario

Parole chiave: #IVA, #dirittoalrimborso, #rimborso, #fulviograziotto, #scudolegale

Massima: In assenza di frode o abusi il diritto al rimborso dellÂ’IVA a fronte dellÂ’importazione di beni permane anche se i beni non sono suscettibili di essere utilizzati. Chiunque effettua acquisti o investimenti con lÂ’intenzione di esercitare unÂ’attivitĂ  economica va considerato soggetto passivo.

Osservazioni.
Per la Corte di Giustizia UE, il diritto di rimborso dellÂ’IVA rimane acquisito anche se i beni importati non siano stati suscettibili di essere utilizzati per circostanze esterne, quali la difficoltĂ  di pagamento del cliente per il quale sono stati importati i beni.


© Riproduzione Riservata