Dovere di specificazione delle voci scomputate nella liquidazione dei compensi professionali
Pubblicato il 31/01/18 00:00 [Doc.4193]
di Redazione IL CASO.it



Cassazione civile (ord.), sez. I, 12 gennaio 2018, n. 657.

Fallimento - Organi preposti - Tribunale - Reclamo ex art. 26 l. fall. avverso provvedimento del giudice delegato - Decreto che liquida il compenso in misura inferiore alla richiesta del professionista - Indicazione specifica delle voci scomputate in quanto non comprovate - Necessità.

Il decreto del tribunale pronunciato in sede di reclamo ex art. 26 l.fall avverso il provvedimento del giudice delegato che liquida un compenso professionale deve contenere l'indicazione specifica delle voci di compenso che si ritengono non adeguatamente comprovate, a cui deve conseguire un altrettanto specifico, e corrispondente, scomputo.

Massima a cura dell'Avv. Alberto Mager


© Riproduzione Riservata