Verifica dell'usurarietà del mutuo: interessi convenzionali o moratori e qualsiasi altro costo che il cliente ha promesso di pagare
Pubblicato il 08/02/19 08:50 [Doc.5864]
di Redazione IL CASO.it



Segnalazione e massima a cura dell'Avv. Giuseppe de Simone

Mutuo ipotecario - Usura - Costo complessivo del finanziamento - Gratuità

La verifica dell'usurarietà dei contratti di mutuo va operata tenendo conto non solo degli interessi convenzionali o moratori, ma anche di qualsiasi altro costo connesso al finanziamento che il cliente ha promesso di pagare; a tal fine rileva la mera promessa di pagare costi usurari, a nulla rilevando l'effettivo pagamento degli stessi.

Ai fini del vaglio della dedotta usurarietà, va operata la sommatoria tra interessi corrispettivi e moratori solo qualora il contratto preveda clausole del tipo "il mancato integrale pagamento di numero x rate determinerà interessi di mora nella misura di x punti percentuali in più sul tasso originario".

Nel caso in cui il precitato costo del finanziamento si riveli usurario, il finanziamento stesso andrà dichiarato gratuito, dovendo il cliente restituire unicamente il capitale mutuato.


© Riproduzione Riservata