La stabilizzazione dei rapporti contrattuali in corso si ha solo se il commissario straordinario decide di subentrare
Pubblicato il 09/04/19 00:00 [Doc.6149]
di Redazione IL CASO.it



E' manifestamente infondata l'eccezione di incostituzionalit├á dell'art. 1 bis del d.l. n. 134 del 2008, come conv. dalla l. n. 166 del 2008, che ha fornito l'interpretazione autentica del disposto di cui all'art. 50, comma 2, del d.lgs. n. 270 del 1999, nella parte in cui prevede che, nell'ambito dell'amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi, la stabilizzazione dei rapporti contrattuali in corso consegue solo alla positiva manifestazione di volont├á del commissario straordinario di subentrare in tali rapporti, perch├ę la norma ha positivizzato un principio gi├á implicitamente contenuto nella norma interpretata, trattandosi di una delle possibili letture del testo originario, idonea ad assicurare tutela alla certezza del diritto ed all'eguaglianza dei cittadini di fronte alla legge, principi di preminente interesse costituzionale.


© Riproduzione Riservata