Il Tribunale conferma la decisione con la quale la BCE ha negato l'acquisizione di una partecipazione qualificata in Banca Mediolanum da parte del sig. Silvio Berlusconi
Pubblicato il 12/05/22 08:27 [Doc.10609]
di Redazione IL CASO.it



Egli non soddisfaceva il requisito di onorabilità applicabile ai detentori di partecipazioni qualificate a causa della sua condanna nel 2013 per frode fiscale

Nel 2015 la società di partecipazione finanziaria Mediolanum è stata incorporata dalla sua controllata, Banca Mediolanum. Tenuto conto della sua partecipazione nel capitale sociale della Mediolanum, la Fininvest, una società holding di diritto italiano, detenuta in maggioranza dal sig. Silvio Berlusconi (in prosieguo, congiuntamente: i «ricorrenti»), è divenuta titolare di una partecipazione nel capitale della Banca Mediolanum. In concreto, tale operazione di fusione per incorporazione è consistita in uno scambio di azioni con cui la Fininvest ha giuridicamente acquisito azioni di tale ente creditizio.
Segue nell'allegato


© Riproduzione Riservata