Per individuare la legge applicabile a un assegno alimentare, la residenza abituale del suo beneficiario è quella del luogo in cui si trova il centro abituale della sua vita, a maggior ragione quando si tratta di un minore in tenera età
Pubblicato il 19/05/22 00:00 [Doc.10630]
di Redazione IL CASO.it



L'illiceità del trattenimento di tale beneficiario nel territorio di uno Stato membro non osta, in linea di principio, al trasferimento della sua residenza abituale nel territorio di detto Stato

A. P. e W. J. sono cittadini polacchi, che risiedevano nel Regno Unito almeno dal 2012. Essi hanno dato alla luce L. J. e J. J. nel giugno 2015 e nel maggio 2017 nel Regno Unito. Entrambi tali minori hanno la cittadinanza polacca e britannica. Nel corso del 2017, A. P. si è recata in Polonia portando con sé i suoi figli. A. P. ha informato W. J. della sua intenzione di restare permanentemente in Polonia con i figli, cosa che W. J. ha rifiutato.
Segue nell'allegato


© Riproduzione Riservata