Inammissibilità della eccezione di prescrizione delle rimesse solutore in caso di inerzia della banca
Pubblicato il 07/11/19 00:00 [Doc.6766]
di Redazione IL CASO.it



Segnalazione e Massime a cura dell' Avv Dario Nardone del Foro di Pescara.

Laddove il correntista abbia allegato la sussistenza di un'apertura di credito regolata in conto corrente, dovrà da ciò presumersi la natura meramente ripristinatoria delle rimesse effettuate sicché la Banca, pur non essendo tenuta a specificare le singole rimesse solutorie, se non vuole vedersi respinta l'eccezione di prescrizione dovrà quantomeno contrastare o smentire l'allegazione svolta dal correntista fin dall'atto di citazione a proposito della sussistenza di un affidamento, in modo da neutralizzare il corollario e/o la presunzione conseguente a siffatta specifica allegazione (soprattutto ove si consideri che non compete al correntista l'onere di allegare la mancata effettuazione di versamenti solutori, trattandosi di un fatto negativo estraneo alla fattispecie costitutiva del diritto azionato: cfr. Cass. 28819/2017; Cass. 18581/2017; Cass. 4273/2018; Cass. 18144/2018, richiamate in motivazione dalle citate Sezioni Unite).


© Riproduzione Riservata