La Corte conferma il diritto di accesso ai documenti contenuti nel fascicolo di una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio dei medicinali
Pubblicato il 25/01/20 07:35 [Doc.7116]
di Redazione IL CASO.it



Un'opposizione all'accesso deve fornire spiegazioni circa la natura, l'oggetto e la portata dei dati la cui divulgazione arrecherebbe pregiudizio agli interessi commerciali Nelle sentenze PTC Therapeutics International/EMA (C-175/18 P) e MSD Animal Health Innovation e Intervet International/EMA (C-178/18 P), pronunciate il 22 gennaio 2020, la Corte è stata chiamata ad esaminare, per la prima volta, la questione dell'accesso ai documenti dell'Unione europea presentati nell'ambito di domande di autorizzazione all'immissione in commercio (in prosieguo: l'«AIC»). In tale occasione, essa ha respinto le impugnazioni proposte, da un lato, dalla PTC Therapeutics International e, dall'altro, dalla MSD Animal Health Innovation e dall'Intervet International avverso le sentenze del Tribunale 1 che avevano respinto i loro ricorsi diretti all'annullamento delle decisioni 2 con le quali l'Agenzia europea per i medicinali (EMA) aveva concesso l'accesso a documenti contenenti informazioni presentate nell'ambito del procedimento relativo a domande di AIC dei medicinali.


© Riproduzione Riservata