La noia di leggere - Una realizzazione tardiva
Pubblicato il 20/01/21 08:52 [Doc.8561]
di Giovanni Zagni, direttore dei progetti di fact-checking PagellaPolitica e Facta.



Borges scrive da qualche parte che accettava volentieri gli inviti a parlare nelle conferenze dell'Ulisse di Joyce, soprattutto perché non lo aveva mai letto tutto. Non sappiamo dove si sia arrestato il grande scrittore, né se dopo la sua sardonica osservazione abbia completato la lettura, ma possiamo immaginare che non gli mancasse né il tempo né la volontà. Forse Borges aveva interrotto l'Ulisse perché lo aveva trovato... terribilmente noioso?

Leggi tutto: https://giovannizagni.substack.com/p/la-noia-di-leggere


© Riproduzione Riservata