Responsabilità genitoriale: i giudici dello Stato membro conservano la competenza senza limiti di tempo
Pubblicato il 24/02/21 08:13 [Doc.8714]
di Redazione IL CASO.it



Corte di giustizia dell'Unione europea
COMUNICATO STAMPA n. 18/21
Lussemburgo, 23 febbraio 2021
Conclusioni dell'avvocato generale nella causa C-603/20 PPU SS/MCP

Secondo l'avvocato generale Rantos, i giudici di uno Stato membro sono competenti a pronunciarsi in una controversia in materia di responsabilità genitoriale nel caso di un minore che aveva la residenza abituale in tale Stato membro e che è stato trasferito illecitamente in un Paese terzo nel quale ha acquisito la residenza abituale

Igiudici dello Stato membro conservano tale competenza senza limiti di tempo

P è una cittadina britannica dell'età di tre anni. I suoi genitori esercitano congiuntamente la responsabilità genitoriale nei suoi confronti e sono cittadini indiani, titolari di un permesso di soggiorno nel Regno Unito. MCP, la madre della minore, è fuggita in India con la figlia nel novembre 2017; in seguito è ritornata temporaneamente nel Regno Unito, ma, dall'aprile 2019, la minore sarebbe rimasta continuativamente in India. La madre sarebbe ritornata a vivere nel Regno Unito e avrebbe lasciato la figlia con la nonna materna.


© Riproduzione Riservata