Avvocato generale Kokott: mandato d'arresto europeo in seguito alla revoca di un'amnistia per il rapimento del figlio di un ex presidente della Slovacchia
Pubblicato il 21/06/21 00:00 [Doc.9315]
di Redazione IL CASO.it



Nel 1995 membri dei servizi di sicurezza slovacchi avrebbero commesso reati tra i quali sequestro di persona con trasferimento all'estero, rapina ed estorsione. Vittima degli atti contestati era il figlio dell'allora presidente della Slovacchia. Il 3 marzo 1998, nelle veci di presidente, mentre il mandato presidenziale era vacante, l'allora Primo ministro della Slovacchia concede un'amnistia per tali reati. Con ci├▓, i procedimenti penali in seguito avviati in ragione dei suddetti atti venivano interrotti definitivamente. In base alla legge slovacca, l'interruzione di detti procedimenti veniva considerata una sentenza di assoluzione


© Riproduzione Riservata