Posizione dei gestori di piattaforme on line rispetto al diritto d'autore
Pubblicato il 26/06/21 00:00 [Doc.9333]
di Redazione IL CASO.it



Corte di giustizia dell'Unione europea
COMUNICATO STAMPA n. 108/21
Lussemburgo, 22 giugno 2021
Sentenza nelle cause riunite C-682/18 YouTube e C-683/18
Cyando

Allo stato attuale del diritto dell'Unione, i gestori di piattaforme online non effettuano essi stessi, in linea di principio, una comunicazione al pubblico dei contenuti protetti dal diritto d'autore che i loro utenti mettono illecitamente in rete

Tuttavia, detti gestori effettuano una comunicazione siffatta in violazione del diritto d'autore se contribuiscono, al di là della semplice messa a disposizione delle piattaforme, a dare al pubblico accesso a tali contenuti

Nella controversia all'origine della prima causa (C-682/18), Frank Peterson, un produttore musicale, cita in giudizio YouTube e la sua rappresentante legale Google dinanzi ai giudici tedeschi in merito alla messa in rete su YouTube, nel 2008, di vari fonogrammi sui quali egli afferma di detenere diversi diritti. Tale messa in rete è stata effettuata da utenti di detta piattaforma senza la sua autorizzazione. Si tratta di brani dell'album A Winter Symphony dell'artista Sarah Brightman nonché di registrazioni audio private realizzate durante concerti della sua tournée «Symphony Tour».

Segue mell'allegato


© Riproduzione Riservata