Successore a titolo particolare del socio e clausola compromissoria
Pubblicato il 03/07/21 00:00 [Doc.9355]
di Redazione IL CASO.it



La clausola compromissoria non è un patto accessorio del contratto nel quale è inserita, ma costituisce un negozio dotato di propria individualità ed autonomia, nettamente distinto dal contratto cui aderisce; pertanto, secondo le regole generali di trasferimento delle posizioni giuridiche soggettive, il successore a titolo universale, subentrando in tutti i rapporti giuridici sopravvissuti al venir meno dell'originario titolare, prende automaticamente il posto di questi nel rapporto posto in essere con la stipulazione del negozio compromissorio, anche ove non subentri nel rapporto giuridico controverso compromesso in arbitri, attesa - appunto ed in tal senso -l'autonomia della clausola compromissoria.


© Riproduzione Riservata