Quando il diritto della massa dei creditori all'apprensione dei beni prevale sul provvedimento di confisca facoltativa
Pubblicato il 13/10/21 00:00 [Doc.9739]
di Redazione IL CASO.it



In tema di gerarchia sussistente tra lo "spossessamento fallimentare" di cui all'art. 42, l.fall. e il provvedimento di confisca facoltativa adottato prima della dichiarazione di fallimento, è possibile affermare che le ragioni della massa dei creditori non debbano necessariamente cedere di fronte a quelle sottese al provvedimento di confisca facoltativa.

[Nel caso di specie, il Tribunale ha disposto la restituzione dei beni sequestrati al curatore, osservando che, a proposito di confisca facoltativa ai sensi dell'art. 240, comma 1, c.p., non è sufficiente motivare il provvedimento che la dispone affermando che il bene è servito per commettere il reato, in ragione della natura cautelare della stessa che tende a prevenire la commissione di nuovi reati.]


© Riproduzione Riservata