Cassazione: il lavoratore che offende l'azienda su Facebook può essere licenziato
Pubblicato il 19/10/21 08:47 [Doc.9781]
di Redazione IL CASO.it



Con la sentenza n. 27939 del 13.10.2021, la Cassazione afferma che il contenuto di un post, dal contenuto offensivo nei confronti dei vertici aziendali, pubblicato su Facebook da un dipendente, può essere utilizzato per fondare un licenziamento per grave insubordinazione.

In allegato la sentenza


© Riproduzione Riservata