Accertamento del saldo di conto corrente nel corso del rapporto, usura ed interessi corrispettivi
Pubblicato il 30/11/21 08:43 [Doc.9926]
di Redazione IL CASO.it



Giuseppe Riccardi
Loan Manager at Juliet SpA

Segnalo Tribunale di Bari 08/10/2021 in tema azione di accertamento del saldo di conto corrente nel corso del rapporto, usura ed interessi corrispettivi. Questi i principi enunciati dal Tribunale:
1) nel corso del rapporto di conto corrente, il correntista è titolare di un interesse concreto ed attuale all'accertamento dell'invalidità delle clausole negoziali, dell'esistenza di addebiti illegittimi nonché della corretta quantificazione del saldo di c/c. Tale interesse, funzionale al soddisfacimento di un risultato giuridicamente apprezzabile, ha per oggetto l'eliminazione di una situazione di obiettiva incertezza relativa: i) alla corretta appostazione contabile delle future annotazioni in conto; ii) al ripristino, in suo favore, di una maggiore estensione dell'affidamento concesso; iii) alla riduzione dell'importo che la banca, una volta rielaborato il saldo, potrà pretendere a seguito della cessazione del rapporto. Conforme: Cassazione n. 21646/2018.
2) Qualora il contratto preveda che il tasso degli interessi moratori sia determinato sommando al saggio degli interessi corrispettivi previsti dal rapporto, un certo numero di punti percentuale, è al valore complessivo risultante da tale somma, non solo ai punti percentuali aggiuntivi, che occorre avere riguardo al fine di individuare il tasso degli interessi moratori effettivamente applicati. Conforme: Cass. n. 26286/2019.
Si ringrazia L'Avv. Angelo Di Cagno per la segnalazione.


© Riproduzione Riservata