Sequestro di persona a scopo di estorsione e recidiva: incostituzionale il divieto di prevalenza dell'attenuante del "fatto di lieve entità"
Pubblicato il 09/07/21 08:42 [Doc.9409]
di Corte Costituzionale



Ufficio Stampa della Corte costituzionale
Comunicato dell'8 luglio 2021

Anche se recidivi reiterati, gli imputati del delitto di sequestro di persona a scopo di estorsione potranno beneficiare, se "il fatto è di lieve entità", della riduzione fino a un terzo della pena. È infatti incostituzionale la norma che vieta di considerare prevalente, rispetto all'aggravante della recidiva reiterata, l'attenuante del "fatto di lieve entità" impedendo così di applicare una pena adeguata e proporzionata alla differente gravità del fatto-reato.
Segue nell'allegato.


© Riproduzione Riservata